Concorsi
 
 

Nuovo Parco Urbano di Bagnoli
Napoli, Italia, 2005
con David Chipperfield Architects

 

delle dune, in prossimità del mare, fino alla foresta mista decidua in prossimità della collina di Posillipo. Tra queste due fisionomie estreme vi sono una vasta gamma di fisionomie intermedie, che vanno dalla macchia, che costituisce un arbusteto impenetrabile, fino al bosco paludoso dell’Area Umida.
Le aree di verde disposto in maniera organica e libera si alternano alle zone di verde più disegnato, agli orti urbani, alle collezioni di piante (il roseto e l’orto botanico), agli spazi pubblici aperti. La logica che determina la collocazione delle diverse aree sulla superficie del parco è quella della complementarietà e dalla coerenza con il contesto immediatamente circostante. Una complementarietà sia di ordine biologico ed ecosistemico che di ordine funzionale e morfologico.

<<
>>