Concorsi
 
 

Nuovo Parco Urbano di Bagnoli
Napoli, Italia, 2005
con David Chipperfield Architects

 

Il secondo layer, definito le “Stanze del Verde”, è costituito da una sequenza di aree dal margine ben definito, la cui delimitazione è espressa chiaramente dalla geometria, ma al cui interno la natura si estende in maniera libera, in accordo con le caratteristiche delle diverse specialità botaniche che sono utilizzate, con le caratteristiche del suolo o, infine, con i caratteri delle aree del contesto esterno al parco con cui si pongono in diretto dialogo. Il terzo layer, definito il “Tessuto Naturale” è una zona intermedia, che sottolinea l’approssimarsi di un cambiamento: il passaggio fra il verde più disegnato del bordo e l’Area Umida centrale. Si tratta di una sospensione fra la dimensione specificamente naturale, densa, dell’Area Umida centrale e la dimensione più urbana e strutturata che il Parco assume in prossimità del bordo.

<<
>>